Disfunzione Erettile

I medici considerano post-traumatica anche la https://farmaciedelsorriso.it/ derivante dai danni al pene, che possono avere luogo, inavvertitamente, durante gli interventi chirurgici ai genitali. La disfunzione erettile dipendente da tali condizioni è meglio conosciuta come disfunzione erettile anatomica. Certo che, la possibilità che le due componenti organica e psicologica possano concorrere nel determinare una Disfunzione Erettile dovrebbe spingere verso specialisti capaci di intervenire su entrambe le dinamiche al fine di ottenere un approccio completo e complesso al problema sessuale. Nei casi di sospetta natura organica un primo inquadramento diagnostico può essere fatto attraverso un’indagine che smascheri la presenza di un diabete mellito, di un’insufficienza epatica grave, di un’insufficienza renale medio-grave, di un’insufficienza respiratoria marcata, di una patologia psichiatrica maggiore, ecc.

Come risolvere i problemi di erezione?

La disfunzione erettile può, infatti, essere dovuta a cause organiche tipiche del nostro tempo quali diabete, ipertensione, aterosclerosi, depressione. Ma giocano un ruolo importante anche il fumo di sigaretta, la sedentarietà e il sovrappeso che sono in definitiva i fattori di rischio delle malattie cardio-vascolari.

Tra gli esami di secondo livello attualmente è considerato “gold standard” per porre diagnosi di certezza di DE l’Eco-color-Doppler dinamico del pene , indicato per la valutazione dell’integrità vascolare del pene. Si tratta di uno studio dinamico, ossia funzionale, eseguito in condizioni di base e dopo stimolazione con farmaci iniettati all’interno del pene, per studiare l’afflusso ed il deflusso del sangue in condizione di erezione indotta farmacologicamente mediante sostanze vaso-attivo https://www.topfarmacia.it/ a dosaggio standardizzato . I pazienti affetti da deficit erettile di tipo vascolare e, in alcuni casi di tipo psicogeno, si possono giovare di un trattamento con i farmaci inibitori dell’enzima fosfodiesterasi di tipo 5 , che potranno essere somministrati al bisogno oppure secondo cadenza giornaliera. La condizione necessaria-sufficiente affinché questi farmaci funzionino è che i fasci nervosi responsabili dell’erezione non abbiano subito danni da chirurgia o traumi pelvici.

Come già evidenziato, uno dei fattori che possono influenzare una difficoltà nel raggiungimento dell’erezione peniena è legato al calo del desiderio sessuale. Con l’avanzare degli anni è naturale che l’erezione diventi spesso più difficoltosa e meno stabile. Va comunque detto che non esiste un’età anagrafica in cui l’uomo perde la sua capacità di raggiungere l’erezione. L’erezione è un processo complesso che coinvolge cervello, ormoni, nervi, muscoli e vasi sanguigni. Per esempio, un problema fisico che peggiora l’erezione potrebbe causare l’ansia che, a sua volta, potrebbe aggravare la www.casafarmacia.com.

Cause Psicologiche Di Disfunzione Erettile

Grazie al suo contenuto in ginsenosidi , pare possa aumentare i livelli di serotonina e di Acth a livello cerebrale e attivare l’asse ipotalamo-pituitario coinvolto nella stimolazione surrenalica. Tuttavia esiste ancora una grande confusione riguardo alle specie di ginseng esistenti, agli estratti e alle dosi da assumere. Il qigong è una forma di esercizi di respirazione comunemente praticati in Asia per mantenere la salute. In uno studio comparativo basato sulla popolazione trasversale di Taiwan, gli individui che praticano Il Qigong mostrano punteggi più alti riguardanti il funzionamento generale fisico, e il miglioramento di limitazioni dovute a problemi fisici o al dolore, e il miglioramento della salute generale e la vitalità.

Disfunzione erettile

Maggiori difficoltà si riscontrano dai 50 anni in su, con un ulteriore calo negli over 70. Molto dipende anche dai livelli dell’ormone sessuale maschile , che regola molte delle funzioni del nostro corpo e che durante la vecchiaia tende a calare. Oltre ad una questione strettamente anagrafica, un ruolo centrale è svolto anche dallo stile di vita dell’individuo. Svolgere regolare attività fisica, seguire una dieta equilibrata possono influire sulla capacità di raggiungere l’erezione. In molti casi un’analisi accurata dello stato di salute generale, presente e passato, è sufficiente per il medico per accertare la disfunzione erettile e prescrivere una cura.

Le Terapie Per La Disfunzione Erettile

Nel caso in cui si appurino delle cause organiche, sarà l’urologo o andrologo a valutare l’opportunità di rimedi farmacologici, ormonali o chirurgici per la disfunzione erettile . E’ importante quindi, prima di tutto, condurre un attento esame medico, allo scopo di appurare la presenza di cause organiche, per poi passare agli aspetti psicologici, che nella stragrande maggioranza dei casi incidono significativamente. Le cause di impotenza sono molteplici e comprendono fattori organici, in particolare problemi vascolari e neurologici, e fattori psicologici, in particolare l’ansia da prestazione. Alcuni uomini che soffrono di disfunzione erettile possono riuscire ad avere l’erezione solo durante la masturbazione o al risveglio. Il medico inizia ponendo al soggetto delle domande sui sintomi e sulla sua anamnesi medica. In base ai risultati dell’esame obiettivo e dell’anamnesi, i medici sono solitamente in grado di individuare la causa della DE e di suggerire eventuali esami aggiuntivi .

Gli inibitori della fosfodiesterasi orali vengono prescritti molto più spesso, rispetto ad altri farmaci, perché il loro utilizzo è semplice e la spontaneità durante il coito è garantita. Sono disponibili rimedi erboristici da banco per la DE; comunque, questi sono solitamente inefficaci, contengono dosi nascoste di un inibitore della fosfodiesterasi, o presentano entrambe le caratteristiche. L’inibitore della fosfodiesterasi nascosto può esporre il soggetto ad un farmaco con possibili effetti collaterali.

Attraverso il pene, infatti, l’uomo trasferisce all’interno dell’utero della donna lo sperma, ossia il liquido ricco di spermatozoi necessario alla riproduzione della specie. Una diagnosi accurata di disfunzione erettile si basa sempre su un accurato esame obiettivo e su una scrupolosa anamnesi. I casi relativi o transitori di Disfunzione Erettile sono maggiormente diffusi tra le forme di tipo psicologico mentre le forme persistenti e assolute sono più frequentemente riscontrabili nelle forme organiche. Di conseguenza una scarsa erezione può compromettere in parte o in toto il compimento di un atto sessuale completo, cioè penetrativo. Dopo che erano trascorsi 6 mesi in totale, il 40 percento di tutti i partecipanti aveva riguadagnato la normale funzione erettile. L’attento esame dello specialista non può prescindere dall’analisi degli stili di vita del paziente.

Autore Dellarticolo

A una difficoltà organica possono facilmente subentrare timori e ansie che peggiorano la sintomatologia. Squilibri ormonali , diabete, ipertensione, alterazioni della tiroide, cardiopatie, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, lesioni neurologiche o interventi chirurgici alla prostata sono le più comuni origini arganiche del disturbo. Fra le cause psicologiche, stress, paura dell’intimità, ansia da prestazione, depressione.

L’erezione termina quando i muscoli si contraggono e il sangue accumulato può fluire attraverso le vene del pene. E’ inoltre diffusa la mancanza di informazioni dettagliate sul come risolvere il problema e a quale specialista rivolgersi. Per bloccare o limitare l’utilizzo dei cookies, sia da parte del presente sito che da parte di altri siti web, direttamente tramite il proprio browser, si possono seguire le semplici istruzioni sotto riportate e riferite ai browser di più comune utilizzo. Avvertiamo che nel Viagra Pastiglie Morbide comprare caso in cui l’utente decida di disattivare tutti i cookies , la qualità e la rapidità dei servizi offerti dal presente sito web potrebbero peggiorare drasticamente e si potrebbe perdere l’accesso ad alcune sezioni del sito stesso. Il trazodone è un eccellente farmaco per il trattamento dei pazienti con depressione e DE. Le onde d’urto migliorano il microcircolo penieno; nei casi meno gravi portano a guarigione del paziente, mentre nei casi non responsivi ai farmaci ne migliorano comunque la risposta.

  • Secondo alcune correnti di pensiero, il termine impotenza è sinonimo di disfunzione erettile; secondo altre, invece, comprende un ampio e variegato spettro di disturbi sessuali, che riguardano la capacità di avere un’erezione peniena, il fenomeno dell’eiaculazione, la fase orgasmica ecc.
  • L’incapacità occasionale di ottenere un’erezione è normale e non indica la presenza di una disfunzione erettile.
  • A volte, i soggetti devono provare il metodo alcune volte prima che i medici possano stabilire se è davvero efficace.

La disfunzione può presentarsi anche in seguito a terapie con antipertensivi, beta-bloccanti e alcuni tipi di antiacidi, sonniferi, antidepressivi e antiaritmici, nonché per assunzione eccessiva di droghe , fumo di nicotina, alcol. I fattori di rischio che possono causare questo problema sessuale sono il diabete, il colesterolo alto, l’obesità, l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca, che interferiscono con il flusso sanguigno nei corpi cavernosi del pene, da cui dipende l’erezione. Se associato anche a un calo del desiderio, il deficit può dipendere da una riduzione di testosterone nel sangue o a un aumento di prolattina. In alcuni casi di insufficienza venosa primaria dei corpi cavernosi, comunque come ultima scelta terapeutica, si può procedere alla legatura delle vene insufficienti alla base di ciascun corpo cavernoso; il successo di tale intervento è modesto e può dar luogo a priapismo o ad instabilità nel medio-lungo periodo. Malattie Vascolari – L’arteriosclerosi, ovvero l’irrigidimento e la restrizione delle arterie, causa la riduzione del flusso del sangue nella rete vascolare corporea, ma anche solo nelle arterie di apporto al pene, che porta alla riduzione dell’afflusso di sangue al pene e quindi all’impotenza erettile. E’ connessa all’età e pertanto è la ragione dell’impotenza nin circa il 60% degli uomini con più di 60 anni; tuttavia ci sono condizioni comportamentali che possono favorirla anche in soggetti molto più giovani, quali spesso sono i fumatori.

La cosa migliore è quella di rivolgersi prima possibile ad uno specialista del settore capace di inquadrare con competenza e professionalità le cause di fondo di quella specifica situazione e possa da ciò scegliere la terapia più idonea alla soluzione breve ed efficace del problema. Al manifestarsi della Disfunzione Erettile, si finisce per preoccuparsi troppo del problema e occuparsi poco di se stessi. L’abbandono aiuterebbe come le carezze inesigenti perché liberano endorfine, sostanze utili e favorevoli all’erezione.

Interrogarsi troppo sulle proprie condizioni appesantisce il clima umorale aprendo un varco alle idee di incapacità e di impotenza e infilandosi in un stato simile alle sabbie mobili dove ogni movimento autonomo può diventare il pericolo maggiore per sprofondare sempre più. Occorre farsi aiutare, per primo dalla propria partner e successivamente è opportuno rivolgersi ad uno specialista sessuologo. Un altro afrodisiaco usato in oriente è il Ginseng coreano perché promuove e prolunga l’erezione nell’uomo.

La Terapia Farmacologica

Se si hanno malattie croniche o se il medico sospetta che la causa possa essere un’altra malattia, però, potrebbe prescrivere ulteriori indagini o una visita specialistica. La difficoltà nel riuscire ad avere, o a mantenere, un’erezione può anche essere il campanello di allarme della presenza di fattori di rischio per lo sviluppo di altre malattie, comprese quelle dell’apparato cardiovascolare. Anche se aumenta con l’avanzare dell’età, la disfunzione erettile non deve essere considerata una componente normale dell’invecchiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.